© 2017 Santerno Resiliente

powered by Schioppa77

COS'E' IL PARTECIPATORY GIS?

L’effetto più interessante della diffusione dei flussi di informazioni georeferenziate è l’occasione di utilizzare questi dati ai fini della pianificazione partecipata. Raccogliere pareri, opinioni, consigli, visioni e segnalazioni dei cittadini e spingersi fino ad una reale collaborazione tra le istituzioni e la cittadinanza è sempre stato un processo piuttosto complesso, ma con l’avvento del web, con lo sviluppo di soluzioni Web-GIS e l’utilizzo di sensori remoti installati anche ormai in tutti gli smartphone tale compito può essere espletato con maggiore facilità. Sono state condotte in passato forme di GIS partecipativo, in inglese Participatory GIS (P-PGIS), termine coniato nel 1996 durante le riunioni del National Center for Geographic Information and Analysis americano (NCGIA). L'idea dietro a P-GIS è il potenziamento e l'inclusione di attori che hanno poca voce nelle decisioni pubbliche, attraverso l'istruzione e la partecipazione alla tecnologia geografica. P-GIS utilizza e realizza mappe digitali, immagini satellitari, mappe di sketch e molti altri strumenti spaziali e visivi per modificare il coinvolgimento geografico e la consapevolezza a livello locale. I risultati potenziali possono essere applicati dalla pianificazione territoriale e sviluppo della comunità alla gestione delle risorse ambientali e naturali.